NOUVEAU : Pour le retrait de vos commandes déjà payées, ouverture d'un accès indépendant place du Maréchal Leclerc. Sonnez à la porte rouge.

Parole minori, La psicoanalisi e le nuove generazioni
Éditeur
Rosenberg & Sellier
Date de publication
Collection
Biblioteca di attualità lacaniana
Langue
italien
Fiches UNIMARC
S'identifier

Parole minori

La psicoanalisi e le nuove generazioni

Rosenberg & Sellier

Biblioteca di attualità lacaniana

Offres

  • AideEAN13 : 9788878856172
    • Fichier PDF, libre d'utilisation
    • Fichier EPUB, libre d'utilisation
    • Fichier Mobipocket, libre d'utilisation
    • Lecture en ligne, lecture en ligne
    3.99
Sempre più spesso ci imbattiamo in giovani che manifestano nuove forme di
disagio. Le classificazioni diagnostiche non mancano, anzi si aggiornano
rapidamente e si moltiplicano in modo esponenziale sotto la categoria del
“Disturbo di o della...”, che implicitamente rinvia alla necessità di trovare
modi e mezzi per tacitarlo se non, addirittura, estirparlo. Genitori e Servizi
sono spesso impotenti di fronte alle nuove forme del disagio contemporaneo,
dove gli ideali che un tempo riuscivano in qualche modo a offrire delle
soluzioni collettive o a temperarne l’angoscia hanno perso valore. Così il
disagio si manifesta sempre più nella sua urgenza e l’unica soluzione
possibile è la richiesta di interventi volti a “normalizzare” il comportamento
del minore, interventi che spesso finiscono per acuire il disagio stesso e le
modalità in cui ciascuno lo esprime. L’esperienza delle istituzioni che si
rifanno alla psicoanalisi di Jacques Lacan rovesciano, invece, la prospettiva
comune. Il disagio prima di tutto è una forma di appello, non un disturbo, e
il comportamento che lo rivela è la parola, sebbene ridotta al torsolo, spesso
mal formulata o espressa tramite agiti. Occorre ascoltarla nella sua
declinazione singolare per farsi partner di ciascuno in modo unico, ritessendo
relazioni di fiducia e sostenendo le invenzioni singolari che ognuno riesce a
mettere in campo per trasformare il disagio in qualcosa d’altro. Quanto
testimoniato in questo volume parte dalle esperienze di accoglienza di minori
in diverse istituzioni, per introdurre una riflessione sul soggetto
contemporaneo e abbozzare un discorso politico critico sulla spinta
all’omologazione sempre più presente e offerta come l’unica possibile in una
società che continua, invece, a dichiararsi democratica e globalizzata.
S'identifier pour envoyer des commentaires.