Le possibilità del futuro, Economia e politica dell’immaginario
Éditeur
Rosenberg & Sellier
Date de publication
Collection
La critica sociale
Langue
italien
Fiches UNIMARC
S'identifier

Le possibilità del futuro

Economia e politica dell’immaginario

Rosenberg & Sellier

La critica sociale

Offres

  • AideEAN13 : 9788878855953
    • Fichier PDF, libre d'utilisation
    • Fichier EPUB, libre d'utilisation
    • Fichier Mobipocket, libre d'utilisation
    • Lecture en ligne, lecture en ligne
    7.99
Perché le persone scelgono di vivere in situazioni che esse stesse valutano
negativamente e che provocano loro disagio e sofferenza? Perché accettano le
regole e i comandi dettati da soggetti e organizzazioni con cui non sono in
sintonia, e che spesso disprezzano? In breve: perché le persone si rassegnano
e obbediscono, anche quando non vorrebbero? Di fronte a questa domanda, il
libro argomenta che ognuno affronta sempre soltanto i problemi che crede di
poter risolvere. I modi con cui immaginiamo il mondo plasmano i valori e le
preferenze, i vincoli e le aspettative che orientano le nostre azioni. Sono i
modelli mentali (gli schemi interpretativi del mondo), le credenze collettive
(le convinzioni su com’è fatto il mondo) e le identità sociali (le convinzioni
su chi siamo nel mondo) a determinare le nostre scelte. Quando smarriamo il
significato delle nostre attività e della nostra presenza nel mondo,
inventiamo futuri possibili, per meglio vivere in una società nella quale quei
mondi inventati hanno efficacia. Tuttavia, se immaginare mondi è lo strumento
fondamentale con cui interveniamo su noi stessi e sul contesto, non tutte le
simulazioni sono uguali. Alcune reificano i processi sociali e riproducono le
asimmetrie di potere, assegnando a qualcuno la responsabilità del cambiamento;
altre si aprono a progettualità inclusive ed egualitarie. È sul terreno
conflittuale delle immaginazioni del futuro che si gioca la possibilità di
sradicare la servitù volontaria.
S'identifier pour envoyer des commentaires.